Le comunità per minori: prospettive educative

Tesi di Francesca GallucciTesionline
Anno:      Università:      Relatore:
2006-07     Università degli Studi di Perugia     Lino Prenna
Area:     Facoltà:     Corso:
Scienze della Formazione     Scienze dell’educazione e della formazione
Abstract:    
Il diritto alla famiglia è un diritto fondamentale per ogni individuo.
La Convenzione sui diritti del fanciullo lo afferma in maniera chiara e decisa: all’articolo 7 essa stabilisce che “il fanciullo è registrato immediatamente al momento della sua nascita e da allora ha diritto a un nome, ad acquisire una cittadinanza e, nella misura del possibile, a conoscere i suoi genitori e a essere allevato da essi.”
In Italia il legislatore si è impegnato a ribadire l’importanza della tutela di questo diritto; la legge n.149 del 2001 sancisce il principio della famiglia come risorsa primaria e fondamentale della società.
Non sempre, però, il nucleo familiare riesce a garantire la sicurezza materiale e morale necessaria per la crescita dei suoi membri.
In questi casi l’ambiente familiare non è idoneo per la crescita e lo sviluppo del minore; il legislatore affianca, perciò, ad essa l’affidamento familiare, come primo strumento di tutela, e secondariamente, l’affidamento ad una comunità.
Le comunità per minori possono essere definite come degli ambienti di vita che intendono dare una risposta ai bisogni dei minori in difficoltà, garantendo loro un luogo di vita e di relazione in cui possano crescere e superare gli effetti negativi della loro condizione.
L’autore di questa tesi ha inserito le seguenti parole chiave:
comunità     educatore     minori
Introduzione

Capitolo 1: La comunità come servizio socio-assistenziale
1.1 Cenni storici
1.2 Evoluzione del quadro legislativo
1.3 Tipologie e caratteristiche delle strutture
1.4 Gli utenti
1.4.1 Fattori di rischio per i minori
1.4.2 Dalla segnalazione alle dimissioni

Capitolo 2: L’ambiente educativo
2.1 La progettazione educativa
2.1.1 Il progetto globale
2.1.2 Il P.E.I.
2.2 Vivere in comunità: le regole
2.3 Il valore educativo della quotidianità
2.4 L’educatore professionale nella comunità per minori
2.4.1 Il rapporto con il minore
2.4.2 Il rapporto con la famiglia e il territorio

Capitolo 3: Problemi e prospettive
3.1 La chiusura degli istituti
3.2 Tendenze attuali: oltre le comunità per minori
3.3 Problemi aperti

Bibliografia
1. LIBRI

BARBANOTTI G., IACOBINO P., Comunità per minori. Pratiche educative e valutazione degli interventi, Carocci, Roma 1998.

BASTIANONI P., Interazioni in comunità. Vita quotidiana e interventi educativi, Carocci, Roma 2000.

CANEVARO A., La formazione dell’educatore professionale, NIS, Roma 1993.

C.N.C.A., Responsabilità comuni. Chiudere gli istituti per minori non basta, Comunità Edizioni, Roma 2006.

DEMETRIO D., Educatori di professione, La Nuova Italia, 1990.

EMILI F., Una casa per un po’. Dall’abuso alla comunità per minori. Una storia vera, Edizioni Scientifiche Ma.Gi., Roma 2005.

EMILIANI F., BASTIANONI P., Una normale solitudine. Percorsi teorici e strumenti operativi della comunità per minori, Carocci, Roma 2000.

GABRIELLI G. (a cura di), Minori, Luoghi comuni, Crescere in comunità, Comunità Edizioni, Capodarco di Fermo 1996.

GIRELLI C., ACHILLE M., Da istituto per minori a comunità educative. Un percorso pedagogico di deistituzionalizzazione, Erickson, Trento 2000.

GOFFMAN E., Asylums. Le istituzioni totali: i meccanismi dell’esclusione e della violenza, Edizioni di Comunità, Torino 2001.

KANEKLIN C., ORSENIGO A., Il lavoro di comunità. Modalità di intervento con adolescenti in difficoltà, NIS, Roma 1992.

RICCI S., SPATARO C., Una famiglia anche per me. Dimensioni e percorsi educativi nelle comunità familiari per minori, Erickson, Trento 2006.

2. SAGGI IN QUADERNI

BASTIANONI P. (a cura di), Chi vive in comunità? Un profilo dell’utenza, Quaderni:educare in comunità, n°2, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1992.

BASTIANONI P. (a cura di), Dieci comunità si presentano, Quaderni:educare in comunità, n°7, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1995.

BASTIANONI P. (a cura di), Educare in comunità: la comunità nelle parole e nelle azioni degli educatori, Quaderni:educare in comunità, n°5, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1994.

BASTIANONI P. (a cura di), Vuoi sapere cosa ne penso io della comunità per minori? 56 ragazzi e ragazze si raccontano, Quaderni: educare in comunità, n°4, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1994.

C.N.D.A., I bambini e gli adolescenti fuori dalla famiglia. Indagine sulle strutture residenziali educativo-assistenziali in Italia, Quaderno n°9, Istituto degli Innocenti, Firenze 1998.

C.N.D.A., I bambini e gli adolescenti negli istituti per minori. I risultati dell’indagine realizzata dal Centro nazionale di documentazione e analisi sull’infanzia e l’adolescenza, Quaderno n°33, Istituto degli Innocenti, Firenze 2004.

C.N.D.A., Ogni bambino ha diritto a una famiglia. Lo stato di attuazione della legge 149/2001, Quaderno n°39, Istituto degli Innocenti, Firenze 2006.

EURISPES – TELEFONO AZZURRO, 7° Rapporto Nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza, allegato redazionale a ”Vita”, A. 13, 2006/49 (15 dicembre).

MACARIO G. (a cura di), Comunità per minori e progetto educativo, Quaderni:educare in comunità, n°1, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1992.

MACARIO G., PILARSKI M. (a cura di), Educare in comunità: progetto educativo e qualità dell’intervento, Quaderni:educare in comunità, n°3, Edizioni Giunta Regionale Toscana, Firenze 1993.

3. ARTICOLI

ANDREONI R., CURIONI E., MARCHESI A., VICEDOMINI M. (a cura di), Disegnare traiettorie educative, in ”Animazione Sociale”, A. XXXVI, 2006/11 (Novembre), pp. 49-56.

CANAFOGLIA L., La pedagogia del quotidiano, in ”Animazione Sociale”, A. XXXVI, 2006 / 8/9 (Agosto/Settembre), pp. 74-81.

COLELLA E., TABERNA R., Davanti al bambino inatteso, in ”Animazione Sociale”, A. XXXVI, 2006/10 (Ottobre), pp. 81-89.

FRATINI C., Comprendersi per comprendere, in ”Animazione Sociale”, A. XXXVII, 2007/1 (Gennaio), pp. 76-80.

REGOSA M., Istituti per minori. Chiusura o lifting?, in ”Vita”, A. 14, 2007/5 (9 febbraio), pp. 4-5.

VITALE S. (a cura di), Elogio della vita quotidiana, in ”Animazione Sociale”, A. XXXVI, 2006/4 (Aprile), pp. 79-86.

4. LEGISLAZIONE

Convenzione sui diritti del fanciullo, firmata a New York il 20 Novembre 1989 e ratificata in Italia dalla l. 27 Maggio 1991, n.176, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale dell’11 Giugno 1991, n.135.

Legge 8 Novembre 2000, n. 328, «Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali», pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 13 Novembre 2000, n. 265.

Legge 28 Marzo 2001, n.149, Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, recante «Disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori», nonché al titolo VIII del libro primo del codice civile, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 26 Aprile 2001, n.96.

Decreto Ministeriale 21 Maggio 2001, n. 308, «Requisiti minimi strutturali e organizzativi per l’autorizzazione all’esercizio dei servizi e delle strutture a ciclo residenziale e semiresidenziale, a norma dell’articolo 11 della legge 8 novembre 2000, n. 328», pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 28 Luglio 2001, n. 174

5. SITI INTERNET

www.anep.it
www.casafamiglia.org
www.cnca.it
www.cncm.it
www.istitutodegliinnocenti.it
www.minori.it
www.pedagogistionline.it

3 pensieri su “Le comunità per minori: prospettive educative

  1. Faccio il volontario in una comunità per minori da 3 anni: un’esperienza bellissima fatta di incontri, ascolto, conflitti e divertimento con ragazzi che a mio avviso sono davvero speciali. Ne è nato un bel rapporto con loro, in modo spontaneo e costruito piano piano, a piccoli passi, nonostante abbia sicuramente sbagliato più di una volta nel relazionarmi con loro. E proprio in questo desiderio di migliorare sempre il mio approccio con loro e con le loro problematiche vorrei chiederVi quale libro mi consigliereste per approfondire alcuni aspetti della vità in comunita, le implicazioni psicologiche, come affrontarle, su quali aspetti occorre stare attenti e cercare di non fare errori con i ragazzi, ecc. Grazie. GS

  2. salve e grazie per aver condiviso la sua esperienza, le consiglio “Il libro Bianco sulla Gioventù” che si rivolge alla fascia di età che va dai 15 ai 22 anni, esso è stato anche adottato dalla Commissione Europea, il libro tratta i temi della partecipazione alla vita pubblica dei giovani e in particolare di mobilitarli maggiormente a favore della costituzione europea. Fra i temi prioritari c’è la promozione del volontariato edella valutazione dei bisogni specifici dei giovani nelle politiche comunitarie e nelle politiche nazionali. lo può trovare all’indirizzo http://www.scribd.com/doc/2468972/Libro-Bianco-Gioventu

  3. Anche io approfitterei per chiedere consigli di titoli di libri o articoli che trattano la vita in comunità specialmente per la fascia di età compresa tra i 9 e i 13 anni!
    Potrebbe diventare il mio argomento per la tesi..
    Vi ringrazio.
    A.A

Lascia un Commento