Lavoro minorile

Letteralmente il termine lavoro minorile comprende sia il lavoro dei bambini e dei preadolescenti, considerato illegale in quasi tutti i Paesi del mondo al di sotto del quattordicesimo anno di età – e in Italia, con l' estensione dell' obbligo scolastico al quindicesimo anno-  sia il lavoro degli adolescenti, tutelato nel nostro Paese dalla normativa di riferimento, sul quale assimilando … Continua a leggere

Politiche Flussi Migratori

Bisognerebbe sviluppare le politiche di cooperazione allo sviluppo al fine di limitare i flussi migratori e la tratta degli esseri umani,in particolare dei minori. Promuovere la ratifica  della Convenzione n. 182 dell' OIL e le azioni di contrasto a livello internazionale delle peggiori forme dello sfruttamento del lavoro minorile. Monitorare e promuovere la cultura della cooperazione decentrata volta a progetti … Continua a leggere

Ispettorati del lavoro

Bisognerebbe procedere, attraverso gli ispettorati del lavoro, a controllare l' eventuale impiego lavorativo di minori nelle zone in cui l' autorità scolastica segnali casi di dispersione scolastica. In tal modo sarà possibile risalire dal fenomeno dell' evasione all' individuazione di "zone a rischio di sfruttamennto lavorativo dei minori".

Lavoro minorile

La tematica del lavoro degli adolescenti si intreccia attualmente con quanto sancito dall' articolo 68 dalla legge 17 maggio 1999, n.  144 , che prevede che l' obbligo di frequenza ad attività formative fino al diciottesimo anno di età possa essere assolto in forme miste di formazione e lavoro, come per esempio l'apprendistato. A livello nazionale il tema del lavoro … Continua a leggere

Carta degli impegni

Non la nella Carta degli impegni si sancisce la necessità di approfondire la conoscenza del fenomeno del lavoro minorile nel conteston italiano, a fronte di una carenza di dati e di ricerche, e si propone l’ attuazione di una indagine triennale che, mossa dal Ministero del lavoro e della previdenza sociale in collaborazione con l’ Organizzazione internazionale del lavoro e … Continua a leggere

Azioni di recupero minorile

Bisognerebbe rafforzare le azioni di recupero scolastico promuovendo anche progetti specifici per la prevenzione della dispersione scolastica ed ampliando i progetti di sostegno alle responsabilità familiari nell' ambito della legge 285/ 97. Diffondere l' esperienza del progetto Formazione degli operatori di strada finanziato con fondi comunitari. Promuovere ricerche sulla figura del "mentore",volontario che stabilisce una relazione uno a uno con … Continua a leggere

Lavoro Minorile

Bisognerebbe rafforzare le azioni di recupero scolastico promuovendo anche progetti specifici per la prevenzione della dispersione scolastica e ampliando i progetti di sostegno alle responsabilità familiari nell' ambito della  legge 285/97. Diffondere l' esperienza del progetto di Formazione degli operatori di strada finanziato con fondi comunitari. Promuovere ricerche sulla figura del " mentore", volontario che stabilisce una relazione uno a … Continua a leggere

Lavoro minorile

Bisognerebbe procedere in via prioritaria, attraverso gli ispettorati del lavoro, a controllare l' eventuale impiego lavorativo di minori nelle zone in cui l' autorità scolastica segnali casi di dispersione scolastica. In tal modo sarà possibile risalire dal fenomeno dell' evasione all' individuazione di "zone a rischio di sfruttamento lavorativo dei minori". 

Come agire sul piano internazionale

Bisognerebbe sviluppare le politiche di cooperazione allo sviluppo al fine i limitare i flussi migratori e la tratta degli esseri umani, in particolare dei minori. Promuovere la ratifica della Convenzione n. 182 dell' OIL e le azioni di contrasto a livello internazionale delle peggiori forme delle sfruttamento del lavoro minorile. Monitorare e promuovere la cultura della cooperazione decentrata volta a … Continua a leggere

Comunicazione ispettorati del lavoro

Bisognerebbe dare comunicazione, attraverso gli ispettorati del lavoro, in caso di riscontrato impiego in attività lavorative di minori di quindici anni o di adolescenti inadempienti all' obbligo scolastico, alle seguenti autorità: questura territorialmente competente, istituzioni scolastiche, Comune territorialmente competente, procura della repubblica presso il tribunale dei minori competente per territorio nel caso in cui vi sia fondato motivo di ritenere … Continua a leggere