Maltrattamento e violenza sui Minori

Il tema che ci apprestiamo ad affrontare è certamente uno dei più ostici e difficili nel già complesso panorama della violenza contro i minori. Difficile perchè sovente l’opinione pubblica ritiene che assistere sia diverso dal subire direttamente una violenza: parere discutibile, ma certo condizionante, al punto che nemmeno il legislatore ha strumenti concreti per stabilire quale sia l’impatto in termini di responsabilità dell’ autore di violenze alle quali il minore è costretto ad assistere. Anzi, lo stesso concetto relativo alla violenza assistita si allarga, pensando che si intende con quel termine non solo la violenza percepita ( ad esempio vista o udita) ma anche quella derivata da un’esperienza indiretta: ad esempio, il bambino che vede la madre dolorante dopo le percosse del partner oppure la conoscenza di fatti violenti intrafamiliari comunicati ad un congiunto.  Per violenza assistita intrafamiliare si intende qualsiasi atto di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica compiuta su figure di riferimento o su altre figure significative, adulte o minori;di tale violenza il/ la bambino/ a può fare esperienza direttamente ( quando essa avviene nel suo campo percettivo), indirettamente ( quando il minore è a conoscenza della violenza) e / o percependone gli effetti”. 

Lo schema seguente aiuta ad orientasi tra le principali categorie che identificano le diverse forme di violenza nei confronti dei minori. 

 

Possiamo suddividere infatti il maltrattamento in:

 

A) Trascuratezza lieve, o incuria, o discuria;

 

B) Trascuratezza grave;

 

C) Violenza assistita intrafamiliare;

 

D) Maltrattamento psicologico – emozionale;

 

F) Iper- cura;

 

G) Abuso sessuale minorile;

 

A questo elenco, già di per sè inquietante, si può aggiungere un’ultima categoria, che non intende rappresentare un atto d’accusa nei confronti dei servizi minorili, ma rappresenta spesso l’oggettiva difficoltà nella presa in carico adeguata di minori vittime di violenza o maltrattamenti. In pratica:

H- La trascuratezza Istituzionale.

 

 L’argomento di cui ci occuperemo è quello contrassegnato con la lettera C. E’ opportuno precisare che estrapolare una particolare dinamica violenta non intende collocare su diversi piani di importanza il generale problema dell’ abuso nei confronti dell’ infanzia. Ma è essenziale fornire a voi lettori del blog “Universo Minori” un quadro che lungi dall’ essere esaustivo, possa diventare uno strumento di conoscenza e soprattutto materiale operativo. Su questa tematica seguiranno altri articoli.  

 

Associazione “Universo Minori”

 

Rappresentante legale Dott.ssa Rita Tulelli

 

Via Carlo V n. 72

 

88100 Catanzaro

 

C.F. 97060230790

 

cellulare 334- 6679886

 

 

Maltrattamento e violenza sui Minoriultima modifica: 2012-08-02T13:28:00+00:00da comunytation
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento